by enrico.rombaldoni/ agosto 4. 2018/ 0 Comments/ Curiosità

Per la leggendaria diva del cinema degli anni ’40 e ’50, nonché scienziata – sua l’invenzione del Wi-Fi –, una lapide in acciaio inossidabile che comprende una serie di sfere che rappresentano le 88 frequenze nel brevetto dell’attrice per il salto di frequenza che, se viste frontalmente, offrono una versione pixelata del volto dell’inventrice austriaca.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *