by enrico.rombaldoni/ dicembre 27. 2018/ 0 Comments/ Curiosità

Centinaia di persone hanno accompagnato il feretro del “re dei narcos” piangendo e imprecando contro i suoi assassini fino davanti al cimitero dove la salma è stata tumulata al grido di «Viva Pablo», «Pablo non è morto». Nonostante una vita eccentrica, le spoglie del più famoso e ricco criminale di tutto il Sudamerica sono custodite all’interno di una tomba sobria di marmo nero.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *