by enrico.rombaldoni/ marzo 7. 2019/ 0 Comments/ Curiosità

Per l’ultimo saluto al popolare cuoco, una folla di colleghi in divisa bianca da chef. Accanto al feretro, portato in chiesa dal genero e dai nipoti, i gonfaloni di Comune, Città Metropolitana e Regione, e una raccolta fotografica in cui lo chef appare circondato dalle immagini dei suoi piatti più noti e una statuetta che lo raffigura mentre suona il violino con la forchetta.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *