by enrico.rombaldoni/ maggio 11. 2018/ 0 Comments/ Curiosità

Seguendo le sue disposizioni, le sue ceneri furono ripartite tra varie urne e immerse nel punto di confluenza tra le acque del Gange e quelle dello Juma. La bara fu trasportata da un mezzo anfibio dipinto di bianco che fece su e giù dal fiume sacro per consentire agli oltre due milioni di indiani affollati sulle sponde di rendere omaggio all’icona della non-violenza.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *