Taxi a lutto per Alberto Sordi

by TERENZI / aprile 26. 2017

Almeno 60 mila le persone che hanno reso omaggio alla salma dell’“Albertone nazionale” nelle ore che precedevano i funerali. Accanto alla bara si è andata accumulando nel corso delle ore una piccola montagna di sciarpe, cappellini, magliette, mazzi di fiori, foglietti con poesie e dediche. Il giorno dei funerali, nella capitale i taxi hanno circolato listati a lutto con un nastro nero.

Cino Tortorella come Aldo Fabrizi

by TERENZI / aprile 26. 2017

Anche rosmarino e peperoncino tra le margherite alla camera ardente, a sottolineare l’amore per la gastronomia. «Lui amava il cibo» – ha rivelato il figlio Davide – e questa passione era iniziata quando aveva conosciuto Aldo Fabrizi. Sua infatti la frase che il “Mago Zurlì” aveva ricordato anche nella sua autobiografia: «Noi attori, se non impariamo a magnare, moriamo».

ELVIS PRESLEY, FAN IN DELIRIO

by TERENZI / aprile 4. 2017

L’amore e il desiderio di tenersi un ricordo indusse molti fan a compiere gesti folli. Al cimitero ne successero di tutti i colori: oltre 4.500 corone e cuscini, molti a forma di chitarra, furono spogliati completamente da ammiratori alla ricerca di un ricordo. Finiti i fiori, cominciarono a portarsi via zolle erbose, tanto che alla fine il cimitero sembrava un campo di battaglia.

Le ceneri di Bialetti in una moka

by TERENZI / aprile 4. 2017

Scomparso all’età di 93 anni, le ceneri dell’imprenditore noto come “l’omino coi baffi” (quello della celebre pubblicità di Carosello degli anni ’50 e ’60) e patron dell’omonima ditta, sono state raccolte non in un’urna ma bensì in una moka. La caffettiera è stata tumulata nella tomba di famiglia al cimitero di Omegna, a fianco della moglie Elia.

Spencer Tracy senza la “sua” Katharine

by TERENZI / aprile 4. 2017

Ai funerali tantissimi vip di Hollywood ma non Katharine Hepburn: nonostante fosse morto accanto a lei, l’attrice scelse di non partecipare per una questione di rispetto nei confronti della moglie da cui Spencer Tracy non aveva mai formalmente divorziato. L’attore è sepolto a Forest Lawn, Glendale, California, nel Giardino della Pace Eterna, sulla destra appena dopo l’ingresso.

L’ultimo viaggio di Ayrton Senna

by TERENZI / aprile 4. 2017

La salma del pilota venne riportata in patria su un aereo di linea brasiliano ma la bara non fu sistemata nella stiva, bensì nella cabina, per esplicita richiesta di Neide Senna, madre di Ayrton. In un compartimento appositamente modificato, attraverso la rimozione di alcuni sedili, la bara venne “scortata” dal fratello Leonardo e da due giornalisti.

Freddy Mercury, rito zoroastriano

by TERENZI / marzo 29. 2017

I genitori di Freddie Mercury erano appartenenti all’etnia Parsi e di religione zoroastriana, il culto principale nell’area mediorientale prima che si affermasse l’Islam. Il cantante dei Queen ha mantenuto questo legame con la religione del profeta Zarathustra, tanto che i suoi funerali sono stati celebrati secondo il rito zoroastriano, nonostante questo condanni l’omosessualità.

Mia Martini come John Lennon

by TERENZI / dicembre 12. 2016

Scomparsa a soli 47 anni, il funerale si svolse il 15 maggio 1995 nella chiesa di San Giuseppe a Busto Arsizio (VA); parteciparono circa quattromila persone e durante la cerimonia tutte le radio trasmisero in contemporanea, alle 16:30, una catena musicale delle sue canzoni per ricordarla, così come tempo prima era stato riservato solo a John Lennon. Le ceneri della cantante sono conservate al cimitero di Cavaria (VA).

Numeri da record per Papa Wojtyla

by TERENZI / dicembre 12. 2016

Prima della funzione, un milione e 400mila fedeli avevano già varcato le porte della basilica per rendere omaggio al Papa. Ogni ora entravano 21.000 persone, 350 al minuto, con attese di 13 ore per superare una fila che arrivava a 5 km. Il giorno dei funerali c’erano ben 176 delegazioni, 1.866 autorità istituzionali, 1.620 soggetti istituzionali. Quasi 5.000 pullman e 1.343 treni raggiunsero Roma portando oltre 600mila pellegrini.

PINO DANIELE, DOPPIO FUNERALE

by TERENZI / dicembre 12. 2016

Una cerimonia si è svolta a Roma, l’altra in piazza del Plebiscito a Napoli. Quest’ultima voluta dalla famiglia per dare modo alla cittadinanza di dare un ultimo saluto all’artista. In entrambi i luoghi è stato posto il veto di accedere con macchine fotografiche, telecamere e telefoni cellulari per impedire di scattare foto o realizzare video.