SIC, CENERI AFFIDATE ALLA FAMIGLIA

by F. Terenzi / maggio 24. 2018

Rispettando le sue volontà, il corpo del pilota motociclistico è stato cremato e le ceneri sono state racchiuse in un’urna di ceramica custodita a casa dai familiari. La cerimonia funebre, seguita da oltre 25.000 persone grazie anche a tre megaschermi, si è tenuta nella sua Coriano ed è stata trasmessa in diretta televisiva.

L’IRONIA DI STAN LAUREL

by F. Terenzi / maggio 23. 2018

Il funerale dell’attore si celebrò alla Church of the Hills del cimitero di Forest Lawn di Hollywood Hills. Si racconta che in punto di morte si sia rivolto all’infermiera dicendole: «Mi piacerebbe essere in montagna a sciare in questo momento». Infermiera: «Le piace sciare?». Laurel: «No, lo detesto… ma è sempre meglio che stare qui».

FUNERALE MASSONICO PER OLIVER HARDY

by F. Terenzi / maggio 22. 2018

Morto a soli 65 anni a causa di una drastica dieta dimagrante, l’attore comico è stato cremato in un funerale laico e le sue ceneri sono state sepolte nel giardino massonico del Valhalla Memorial Park a nord di Hollywood. Sulla tomba, una targa con inciso: «Un genio della comicità, il suo talento portò gioia e risate in tutto il mondo».

GIOACCHINO ROSSINI, BIGLIETTERIA AI FUNERALI

by F. Terenzi / maggio 21. 2018

Il celebre compositore morì a Passy nel 1868 nella sua tenuta di campagna, nei pressi di Parigi. Ai suoi funerali parteciparono talmente tante persone che si ritenne opportuno allestire una biglietteria per regolare il flusso degli ammiratori. Nel 1887 la sua salma venne trasportata nella chiesa di Santa Croce a Firenze.

Urna d’oro per Gianni Versace

by F. Terenzi / maggio 21. 2018

Le ceneri dello stilista furono racchiuse in uno scrigno d’oro ed esposte nella sua casa milanese. Anziché una cerimonia intima nella chiesa di Moltrasio, come lui avrebbe preferito, furono organizzati funerali solenni a Milano, dove, a dargli l’ultimo saluto, arrivarono oltre diecimila persone tra cui Elton John e Lady Diana.

Nessuna tomba per Moana Pozzi

by F. Terenzi / maggio 20. 2018

Scomparsa a soli 33 anni in un ospedale di Lione, l’attrice che aveva orrore della sofferenza fisica e del decadimento del corpo, alla sua dipartita desiderava essere cremata e non avere né funerale né lapide. Voleva, inoltre, che le sue ceneri venissero sparse sul Cervino.

Evita Peron, fiori esauriti

by F. Terenzi / maggio 19. 2018

I funerali della “madre spirituale” dell’Argentina si tennero a Buenos Aires davanti a una platea immensa di persone, e furono i più grandi del Novecento. I fiori vennero trasportati in aereo dal Cile perché quelli argentini non bastarono: il giorno dei funerali, infatti, nella capitale argentina non è più possibile trovare un solo fiore.

Giorgio Faletti, la battuta sui funerali

by F. Terenzi / maggio 18. 2018

Un flusso continuo di persone ha sfilato al teatro Alfieri di Asti per porgere l’ultimo saluto allo scrittore e cantante scomparso nel 2014. I funerali, che lui non amava e per questo era solito liquidarli con la battuta: «Se ce la faccio, non vado nemmeno al mio», si sono tenuti nella chiesa Collegiata di San Secondo.

Bara di mogano per Ugo Tognazzi

by F. Terenzi / maggio 17. 2018

Circa duemila persone presero parte ai funerali dell’attore celebrati nella chiesa di Santa Maria in Montesanto a Roma. La bara di mogano chiaro con sopra una corona di margherite rosa, venne sistemata al centro della chiesa un’ora prima delle esequie e, finita la messa, fu portata sulle spalle dai figli e dagli amici intimi.

Anna Magnani, primo funerale con applausi

by F. Terenzi / maggio 16. 2018

Per renderle l’ultimo saluto, tutta Roma si riversò per le strade del corteo bloccando il centro della città. Quello dell’attrice è stato il primo funerale pubblico a ricevere l’applauso. Da allora, infatti, è diventata consuetudine applaudire ai funerali, un rito tipicamente italiano e, per alcuni, un malvezzo decisamente fuori luogo.